Amore e prestiti – come evitare debiti di relazione

Amore e prestiti - Cosa è il debito di relazione

Il debito di relazione è quando qualcuno rimane coinvolto nei prestiti o debiti di un’altra persona a causa di un legame emotivo invece di cercare di ottenere dei benefici per se stesso. A molte donne viene chiesto di firmare documenti in qualità di coobbligato in un prestito o di garante, a volte senza capire a fondo ciò che stanno firmando. Alcune credono che la loro firma sia una semplice formalità. Altre lasciano al partner tutte le decisioni di tipo finanziario.

Alcune si sentono obbligate a sostenere il partner o il figlio maggiorenne oppure pensano che sia più facile firmare un documento che affrontare la pressione.

Purtroppo spesso ignorano che questi documenti sono contratti legali vincolanti. Se si firma un documento riguardante il prestito di qualcun altro, si può venir citati per migliaia di euro. E' importante informarsi e proteggersi in ogni accordo finanziario prima di firmare qualsiasi carta o documento.

Rivolgetevi a un legale se non siete sicuri di ciò che state firmando. Siate furbi con le finanze. Se non capite qualcosa, cercate di ottenere ulteriori informazioni o assistenza.

Se ottenete un prestito insieme al vostro partner significa che siete diventati il coobbligato in un prestito. Ciò vi rende entrambi responsabili dell'intero debito.

Amore e prestiti - Se il vostro partner vi chiede di firmare

Se il vostro partner vi chiede di firmare dei documenti per una nuova macchina, uno stereo o per l’espansione della sua attività, sappiate che potreste essere tenuti a pagare l’intero ammontare del prestito qualora questi smettesse di effettuare i pagamenti. In caso di inadempienza, il creditore si rivale solitamente sulla persona con il reddito più alto o con maggiori beni o su colui/colei che riesce a trovare.

Non sussiste nessun requisito legale per cui voi e il vostro partner dobbiate entrambi essere richiedenti per ottenere un prestito per uno di voi, né sono richieste entrambe le firme sul contratto di prestito.

Non dovete firmare alcun documento tranne nel caso in cui chiedete in prestito dei soldi per vostro uso personale o in cui dividete la proprietà dell'oggetto per cui richiedete il prestito.

Vi potrebbero chiedere di ‘fare da garante’ per il vostro partner, amico o parente. Alcune persone hanno firmato un prestito come garante pensando che si trattasse solo di una formalità per aiutare l’altro a ottenere il credito, attestare la loro affidabilità creditizia o testimoniare alla loro firma.

Amore e prestiti - Cosa vuol dire fare da garante al proprio partner

Fare da garante, invece, significa garantire che i pagamenti di un prestito verranno effettuati (anche se voi non siete la persona che chiede il prestito).

Siete legalmente tenuti a ripagare ciò che si deve del prestito anche qualora colui che l’ha richiesto non può o non vuole farlo. Il creditore può farvi causa per il debito e voi potreste perdere la casa, i risparmi e altri beni.

Fare da garante è generalmente rischioso. Il creditore insiste di avere un garante poiché crede che vi sia la possibilità che colui che richiede il prestito non sia in grado di effettuare i pagamenti.

Amore e prestiti - Prima di firmare come garante del proprio partner

Non dimenticate che il giudizio del creditore si basa sulla sua esperienza professionale. Leggete sempre qualsiasi documento prima di firmare e rivolgetevi a un legale prima di accettare di fare da garante.

È importante conoscere le risposte a tutte queste domande prima di firmare qualsiasi documento:

  1. Quali responsabilità finanziare mi sto assumendo?
  2. Qual è la somma massima che potrei dover ripagare?
  3. Se firmo, quali sono per me i benefici (ce ne sono)?
  4. Posso permettermi di ripagare il prestito in futuro qualora l’altro non riesca?
  5. Cosa potrebbe andar storto da impedire a colui che chiede il prestito di effettuare i pagamenti (es. perde il lavoro, si ammala o si infortuna, l’attività va male, fa un incidente in macchina)?

Se non siete sicuri di queste domande, non firmate nulla e rivolgetevi a un legale. Prendetevi del tempo quando prendete delle decisioni finanziarie. Può essere utile parlarne con qualcuno al di fuori della famiglia per valutare i rischi e i benefici.

Se insistete a prendere delle decisioni finanziare indipendentemente, potrebbero nascere delle tensioni nella vostra relazione. Tuttavia avreste un problema ben maggiore se firmate e il debito non può essere ripagato. Se la vostra relazione non permette una discussione aperta e onesta sui soldi, chiedere un prestito insieme può essere molto pericoloso.

Se la vostra relazione è sotto stress o il vostro partner se ne è andato, potreste avere delle difficoltà finanziare. Non peggiorate le cose accettando dei debiti per cui non siete legalmente responsabili. Questo include bollette a vostro nome oppure multe. I debiti del vostro partner non sono vostra responsabilità. Scrivete a chiunque vi mandi fatture di pagamento e spiegate che solo il vostro partner è responsabile. Comunicate il suo indirizzo se lo conoscete.

Amore e prestiti - Se avete in comune un conto bancario o un libretto di risparmio con il vostro partner

Se avete in comune un conto bancario di risparmi o un conto di libretto, il vostro partner potrebbe sottrarre i soldi rimanenti sul conto. Contattate immediatamente la banca o qualsiasi altra istituzione finanziaria e agite al fine di proteggere la vostra parte dei risparmi. È importante bloccare qualsiasi altro debito per cui potreste essere responsabili.

Potreste avere una carta di credito o una fidelity card di un negozio intestato ad entrambi i nominativi. Quando la relazione finisce e il partner se ne va, questi potrebbe continuare a usare la carta e ad accumulare il debito. Gli estratti conto arrivano a casa vostra e voi siete responsabili del debito, anche per gli interessi delle somme arretrate.

Scoprite l’ammontare di tutti i debiti. I debiti potrebbero essere cresciuti a vostra insaputa. Nel caso in cui vi sia una carta di credito in comune, contattate al più presto le società di emissione o la banca e fate in modo di non risultare responsabili delle spese del vostro partner.

Amore e prestiti - Campanelli d'allarme per i debiti di relazione

Quando avete un debito in comune, dovrebbero suonarvi i campanelli d’allarme se iniziate a essere in ritardo con i pagamenti. Non importa se si tratta delle carte di credito, della macchina o del mutuo.

Se avete difficoltà a stare dietro ai pagamenti dovreste parlarne on la vostra banca o finanziaria, questa potrebbe decidere di cambiare le rate, facendovi pagare meno al mese e allungandovi i periodi delle rate. Potrebbero persino permettervi di sospendere i pagamenti fino a quando sarete in grado di adempierli in pieno.

Tenete una copia di tutta la corrispondenza con la vostra banca o finanziaria nel caso in cui venga contestata la vostra versione dei fatti.

Se avete un accordo per cambiare i pagamenti (piano di rientro) e non lo rispettate o se rimanete indietro e non prendete accordi con la società di credito, questa potrebbe telefonarvi e richiedervi il pagamento. Se non pagate, riceverete successivamente un avviso di inadempienza che vi informa che siete indietro con i pagamenti.Non ignoratelo, potreste avere poco tempo per risolvere l’inadempienza prima che si avviino azioni legali. Potrebbe ancora essere possibile trovare un accordo con il creditore.

È probabile che vengano avviate delle azioni legali se ignorate le lettere di avviso o se non riuscite a negoziare con il creditore. Se non siete in grado di pagare, le azioni legali possono includere:

  1. un’ingiunzione per prelevare soldi dal vostro stipendio e/o conto bancario
  2. reimpossessamento degli oggetti che fungono da garanzia per il prestito (macchina o casa)
  3. un’ingiunzione di pignoramento che permette a un ufficiale giudiziario di venire a casa vostra e pignorare i beni che possono essere confiscati e venduti
  4. una richiesta di fallimento.

Per porre una domanda sui debiti di relazione e sui debiti in generale clicca qui.

6 Luglio 2013 · Chiara Nicolai


Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) utilizza il form che trovi più in basso.

2 risposte a “Amore e prestiti – come evitare debiti di relazione”

  1. karalis ha detto:

    Un’ amica molto vicina a me ha fatto da garante al suo compagno. Per varie vicissitudini lui non è nelle condizioni di pagare a pieno le rate di un orestito e quindi anche il c/c di lei viene mensilmente assoggettato ad un prelievo di oltre 300EU. Nel contempo questa ragazza ha avuto un figlio che risulta legalmente a suo carico e con lo stipendio che le rimane non è in condizione di fare fronte alle spese per il bambino. Quali soluzioni legali o contrattazioni con la banca o altro, posso suggerirle?

    Un obbligo preso nel possesso delle proprie facoltà mentali non può essere vincolato al sussistere di un legame affettivo.

    E’ proprio quello su cui vuol fare riflettere l’articolo che stiamo commentando.

    Se faccio da garante anche ad un amico, e poi l’amicizia per motivazioni varie si interrompe bruscamente, che scuse posso accampare per sottrarmi agli obblighi che ho assunto come garante o coobbligato?

    Nessuna!

    Mi dispiace ma l’unica via di uscita sarebbero il plagio (da dimostrare) o la circonvenzione di incapace (in questo caso qualcuno – un parente – dovrebbe far interdire la tua amica)

    Per il resto (figlio e spese per il bambino) siamo in una situazione border line, giuridicamente complessa sulla quale non ho le competenze per formulare un parere.

    Posso solo aggiungere che si tratta una situazione figlia del mancato riconoscimento giuridico delle coppie di fatto.

    Per approfondimenti su questi aspetti controversi il mio consiglio è di sottoporre il problema nel forum.

    Ti sarà sicuramente data una risposta esauriente e qualificata.

  2. karalis ha detto:

    Si può fare da garante se non si possiede busta paga?io non lavoro e non ho alcuna entrata…Manuela

    Cara Manuela,

    il garante è colui sul quale si rivale il creditore nel caso in cui il debitore principale non adempia i propri obblighi.

    Le garanzie, offerte da chi si assume l’onere di fare da garante, possono essere un reddito certo e costante (la busta paga serve ad indicare proprio questo), depositi bancari, beni immobili da pignorare in caso di inadempienza.

    Ti renderai allora conto che non può esistere un garante senza “garanzie”.

    Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e/o Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza zero voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!